Incontro pubblico a Cotignola per presentare il Bilancio di previsione 2018 - 2020 - Comune di Cotignola

Skip to main content
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Notizie - Incontro pubblico a Cotignola per presentare il Bilancio di previsione 2018 - 2020  

Incontro pubblico a Cotignola per presentare il Bilancio di previsione 2018 - 2020

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di Cotignola, che si è tenuta lunedì 27 novembre, sono stati presentati la nota di aggiornamento del Documento unico di programmazione (Dup) e il bilancio di previsione 2018-2020. Prima dell’approvazione, i documenti saranno presentati e discussi in occasione di un incontro pubblico in programma lunedì 11 dicembre  alle ore 20.30, presso il centro sociale ‘Il Cotogno’ (via Pertini 2). Coloro che non riusciranno a essere presenti all’incontro o volessero chiarimenti in merito alla presentazione potranno incontrare la giunta sabato 16 dicembre , dalle 9 alle 12, presso la sala di Palazzo Sforza (corso Sforza 21).

 

“Il Comune di Cotignola e gli altri Comuni dell’Unione stanno lavorando, insieme a tutti i portatori di interesse del territorio, sul Patto strategico per lo sviluppo economico e sociale della Bassa Romagna – sottolinea il sindaco Luca Piovaccari -: l’obiettivo è costruire un territorio socialmente responsabile, in grado cioè di coniugare lo sviluppo economico con la coesione sociale, mettendo al centro delle proprie politiche il tema del lavoro, declinando in qualche modo sui nostri territori i contenuti del Patto per il Lavoro della Regione Emilia-Romagna. Il Comune di Cotignola ha partecipato alla prima fase di costruzione del Patto e sarà impegnato anche nei prossimi mesi nell’elaborazione del documento finale che diventerà il punto di riferimento nelle future scelte politiche d’area.”

 

“La proposta di bilancio che si accompagna a questo DUP è pertanto costruita in coerenza con questo sforzo collegiale che i Comuni della Bassa Romagna stanno mettendo in campo, ed è articolata attorno alle due linee strategiche individuate all'inizio del nostro mandato: il benessere sociale  e la qualità dell'ambiente e del territorio  – continua il primo cittadino -. Rispetto agli investimenti partirà infatti nei prossimi anni una serie di interventi molto importanti sull'efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli edifici pubblici, prioritariamente quelli scolastici, sulla viabilità, sulla sicurezza urbana, sulla valorizzazione delle strutture dedicate alla cultura, sulla qualificazione degli spazi pubblici per lo sport e il tempo libero.”

 

I principali investimenti del 2018 riguarderanno la viabilità con la riqualificazione di strade, marciapiedi e parcheggi per un importo complessivo di 625mila euro, il completamento dell’adeguamento antisismico del palazzo comunale per 443mila euro, gli impianti sportivi con interventi relativi a illuminazione e spogliatoi per un totale di 388mila euro, la sostituzione degli infissi della Scuola primaria di Cotignola che comporterà una spesa di 310mila euro, nonché interventi relativi a Museo civico Luigi Varoli (1° stralcio, 150mila euro), pubblica illuminazione (145mila euro), impianto di riscaldamento delle scuole medie (95mila euro) e riqualificazione dei parchi (65mila euro).

 Rimarrà alta l’attenzione al tema della riqualificazione del sistema di welfare, continuando a sviluppare sinergie con il mondo privato e favorendo percorsi di innovazione sociale, personalizzare i nuovi strumenti di contrasto alla povertà messi in campo da Regione e Governo, monitorare con attenzione l’applicazione del nuovo regolamento regionale per l’assegnazione degli alloggi ERP, rafforzare il ruolo dell’ASP anche attraverso sinergie con gli altri territori, presidiare la riorganizzazione dei servizi dell'Ausl della Romagna.

 Attraverso il POC è stata compiuta una revisione della pianificazione urbanistica, riducendo sensibilmente le aree di espansione, e quindi il consumo del territorio. Questo percorso si intreccia con la variante al PSC e al RUE dell'Unione che verrà approvata nei primi mesi del 2018 e che sarà in qualche modo propedeutica alla nuova legge urbanistica regionale di prossima uscita.

 

“Il punto di riferimento della nostra attività amministrativa resterà quello del coinvolgimento e della corresponsabilità di tutte le energie positive della nostra comunità: imprese, attività commerciali e artigianali, rappresentanze, volontariato, cittadini. Per farlo – conclude Piovaccari - continueremo a mantenere aperto un dialogo con tutta la comunità per portare avanti insieme progetti condivisi, in particolare sui temi della qualificazione del verde pubblico, delle politiche energetiche e della valorizzazione del nostro patrimonio storico-culturale.”

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse