La Consulta dell'Immigrazione - Comune di Cotignola

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Comune - La Consulta dell'Immigrazione  

La Consulta dell'Immigrazione

La-Consulta-dell-Immigrazione

L’obiettivo della Consulta dell’Immigrazione, istituita nel 2002, si fonda principalmente nell’attribuzione di pari dignità ed opportunità a cittadini stranieri, extra-UE, apolidi ed in possesso della doppia cittadinanza italiana ed extra-UE presenti nel territorio del Comune di Cotignola.

La Consulta è composta da un numero variabile fra un minimo di 8 a un massimo di 12 componenti, in base alla presenza e alla rilevanza demografica dei gruppi etnici nel territorio Comunale oltre che dai rappresentanti Istituzionali, così come di seguito descritto:
- L’Assessore alle Politiche Sociali e all’Integrazione Culturale
- Un componente di ogni gruppo consigliare regolarmente costituito
- N.2 Rappresentanti, per ognuno dei due gruppi etnici più numerosi
- N.4 Rappresentanti complessivi per i gruppi etnici rimanenti con minore presenza numerica sul territorio.
Nel caso in cui, pur in presenza di candidature femminili validamente presentate, non venga eletta la rappresentanza femminile, l'organo aumenterà di un ulteriore rappresentante al fine di assicurare la presenza della candidata donna individuata in base al maggior numero di voti ottenuti.

La Consulta dell'Immigrazione ha lo scopo di favorire la partecipazione dei cittadini stranieri alla vita collettiva della comunità cotignolese attraverso momenti specifici di dialogo e confronto. In particolare:

  • Può esprimere pareri sulle problematiche del cittadino straniero e sulle scelte del Comune di Cotignola, con particolare riferimento agli interventi tesi ad assicurare le pari opportunità fra i residenti;
  • Può formulare le proposte e suggerimenti in ordine alle possibili problematiche esistenti e si adopera nel territorio per favorire una convivenza civile nel rispetto delle diversità;
  • Può proporre iniziative atte a favorire una maggiore integrazione nel rispetto della multietnicità e multiculturalità;
  • Può formulare indicazioni di spesa per l’impiego dei fondi a disposizione;
  • Recepisce le indicazioni dell’Amministrazione e attraverso i propri rappresentanti si fa portavoce della divulgazione degli accordi che possono essere raggiunti con l’ente pubblico;
  • Il presidente può invitare a partecipare ai lavori della Consulta esperti, associazioni del volontariato o di cittadini stranieri o singoli cittadini la cui collaborazione sia ritenuta utile in relazione agli argomenti all’ordine del giorno.

La Consulta ha la stessa durata del corrispondente mandato amministrativo del sindaco, venendo a scadenza con il medesimo.Entro sei mesi dall'inizio del mandato si procederà all'elezione della consulta.

Attualmente la Consulta dell’Immigrazione è composta da Arbib Hamza, Erabib Hamas, Diop Aliou, Ndour Cheikh Ahmadou Bamba, Bedanie Daniel Tefera, Bungaja Ornela, Mostapha Mona e Reynolds Samantha. Fanno parte della Consulta anche l’assessore alle Politiche sociali Barbara Nannini e i consiglieri comunali Martina Geminiani, Gabriele Bassi e Stefano Foschini.

Per informazioni: Sportello sociale, tel. 0545 908872.

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse