Saluti da Cotignyork, la festa per le bambine e i bambini - Comune di Cotignola

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Elezioni del Pa... - Città e territorio - Eventi e manife... - Calendario eventi - Saluti da Cotignyork, la festa per le bambine e i bambini  

Saluti da Cotignyork, la festa per le bambine e i bambini

Il 30 maggio torna Cotignyork. Anzi no, si inizia qualche giorno prima con un'anteprima a cui teniamo assai, che venerdì 27 alle 18.30  aprono due importanti mostre nel nostro bellissimo museo: a Casa Varoli le tavole originali de L'ARGINE , il fumetto di Marina Girardi e Rocco Lombardi  che abbiamo presentato in anteprima il 10 aprile scorso; a Palazzo Sforza invece , abbiamo il piacere di inaugurare la prima personale romagnola di Denis Riva  detto Deriva, autore della locandina (quella con i gufi) dell'ultimo Cotignyork... uno degli artisti che più ci aveva colpito nell'ultima edizione di Selvatico e che ora proponiamo attraverso un approfondimento che non mancherà di stupire e coinvolgere immergendoci nel suo fantastico mondo fatto di macchie e lievito madre, di grandi collage e (im)probabili bestiari fantastici.

Due mostre che rappresentano un vero e proprio fiore all'occhiello di questa festa, tanto che la prestigiosa Biennale del Disegno di Rimini le ha volute inserire nella lista ufficiale dei suoi eventi.

Saluti da Cotignyork è, come sapete, una festa pensata per le bambine e i bambini, ma è fatta anche per catturare i più grandi e i curiosi attraverso una costellazione di appuntamenti ed eventi capaci di trasformare radicalmente il paese, abitandolo e svelando angoli remoti, aprendo cortili e luoghi insoliti, occupando, non solo simbolicamente, piazze, strade e giardini con spettacoli, letture a voce alta, mostre, parate, cene, campeggi e tanto tanto altro ancora...

Quest'anno il programma è particolarmente ricco e al momento della stesura di questo articolo siamo ancora in via di definizione e aggiustamento: ci limiteremo così a segnalare alcuni di quelli che, a nostro avviso, rappresentano i picchi e i momenti imperdibili in calendario...  ma appena uscirà la locandina, ci raccomandiamo, leggete bene le molte proposte in cartellone, davvero per tutti i gusti e capaci di abbracciare le molteplici identità che caratterizzano la nostra comunità e i nostri luoghi: dall'indispensabile contributo delle molte associazioni ricreative, culturali e sportive cotignolesi alla cartapesta  del nostro nonno Varoli sempre presente e disseminata nelle nostre proposte, dall'arte e sua sperimentazione  - strumento di crescita, emancipazione delle diverse intelligenze e capace anche di trasformare il paese - al teatro di figura o   disegnato  e fatto in  strada e nei cortili  come momento di condivisione di spazi e narrazioni, dal cibo come incontro comunitario  e collante insostituibile dello stare insieme, fino alla riappropriazione pubblica e collettiva del contesto urbano, che si concretizza in un invito a uscire di casa, con in più, una selezione e ramificazione di appuntamenti di grande qualità... tutti a ingresso rigorosamente gratuito.

Insieme al ritorno di grandi classici che hanno reso celebre Cotignyork anche fuori del nostro comune e anche più in là... come il pane in piazza - la preparazione fatta dai bambini, la sua cottura con i fornai del paese e, a seguire, la cena-picnic in piazza (giovedì 2 giugno) -, o il ritorno del precorso sensoriale  in corso Sforza da fare scalzi, prima i piccoli e poi via a provarlo tutti perché no (martedì 31 maggio) e l'attesissimo campeggio  al parco Zanzi e le sue scorribande e avventure notturne (sabato 4 giugno) non mancheranno ovviamente le novità, e che novità!

Il bellissimo concerto disegnato della band dei RONIN  insieme a Marina Girardi e Rocco Lombardi il mercoledì 1 giugno, e il filmato collettivo di Primola L'ALBARAZ  il giorno seguente (entrambe le serate avevano registrato il tutto esaurito al Teatro Binario durante le celebrazioni e festeggiamenti per il 10 aprile giorno della liberazione di Cotignola) fino a quella che per noi rappresenta la vera imperdibile chicca di questa settimana ossia BAMBINI  della compagnia Le belle bandiere, di e con Elena Bucci , una delle migliori attrici del teatro italiano, affiancata da due artisti, lo straordinario fumettista Davide Reviati  capace di veri e propri capolavori quali “Morti di sonno” e “Sputa tre volte” e lo scultore Claudio Ballestracci  (che ha recentemente curato il felice riallestimento del museo Baracca di Lugo).

Ma quest'elenco non può che essere lacunoso e parziale… così, in ordine sparso: i laboratori di disegno e fumetto del collettivo bolognese Canicola  (noto in tutta Europa), o lo spettacolo Futbol  della compagnia Tanti Cosi Progetti , che per l'occasione dei Campionati europei propone la sua irresistibile versione di un calcio romantico ispirata ai grandi scrittori sudamericani che hanno amato il calcio, Galeano e Soriano su tutti, e poi la storica compagnia del Teatro del Drago  - Famiglia Monticelli , burattinai da generazioni...

E ci fermiamo qui un po' per non guastarvi del tutto la sorpresa, un po' perché lo spazio in questo giornalino è esaurito e, soprattutto, per non togliervi il piacere di studiare il programma, scegliendo fra le tantissime proposte, biciclettate alla scoperta della cattedrale vegetale o le interviste impossibili a Muzio o Lucia degli Attendoli. E poi i muri dipinti, il nostro progetto diffuso di street art che negli ultimi anni si sta espandendo sempre più, abbellendo il nostro paese e recuperando scorci un po' dimenticati e abbandonati.

La locandina di quest'anno è stata affidata a Magda Guidi, formatasi alla scuola del cinema di animazione di Urbino, superbrava, e superpremiata per i suoi cortometraggi.

Evviva i bambini ed evviva Cotignyork!

Scarica la cartolina (224kB - PDF)