'Memorie di fiume' / Il fiume della memoria - Comune di Cotignola

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Città e territorio - Eventi e manife... - Calendario eventi - 'Memorie di fiume' / Il fiume della memoria  

'Memorie di fiume' / Il fiume della memoria

MOD_fascismo-eterno-eco

Aspettando la camminata del 25 aprile, una lettura e una riflessione sul volume "Il fascismo eterno" di Umberto Eco, interpretate dall'associazione Magazzino FS.

Interventi di Giovanni Barberini e Federico Lusa.

 

Ritengo sia possibile indicare una lista di caratteristiche tipiche di quello che vorrei chiamare l’‘Ur-Fascismo’, o il ‘fascismo eterno’. L’Ur-Fascismo è ancora intorno a noi, talvolta in abiti civili. Sarebbe così confortevole, per noi, se qualcuno si affacciasse sulla scena del mondo e dicesse: ‘Voglio riaprire Auschwitz, voglio che le camicie nere sfilino ancora in parata sulle piazze italiane!’ Ahimè, la vita non è così facile. L’Ur-Fascismo può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntarel’indice su ognuna delle sue nuove forme – ogni giorno, in ogni parte del mondo.” Umberto Eco

 

Umberto Eco  (Alessandria, 5 gennaio 1932 – Milano, 19 febbraio 2016 è stato un semiologo, filosofo, scrittore, traduttore, accademico e bibliofilo italiano.

Saggista prolifico, ha scritto numerosi saggi di semiotica, estetica medievale, linguistica e filosofia, oltre a romanzi di successo. Nel 1971 è stato tra i fondatori del primo corso del DAMS all'Università di Bologna. Sempre nello stesso ateneo, negli anni Ottanta ha fondato il corso di laurea in Scienze della comunicazione[5]. Nel 1988 ha fondato il Dipartimento della Comunicazione dell'Università di San Marino. Dal 2008 era professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell'Università di Bologna. Dal 12 novembre 2010 Umberto Eco era socio dell'Accademia dei Lincei, per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filosofiche